Valutazioni di sicurezza e qualità nell'ambito delle procedure effettuate con robot chirurgico e valutazioni di sostenibilità economica

Presentazione

robot.jpg

L'utilizzo della robotica in chirurgia è aumentato negli ultimi anni in maniera esponenziale con un numero di procedure robot-assistite eseguite su scala mondiale quasi triplicato nell'arco del periodo 2007-2009 (80.000 nel 2007 e 205.000 nel 2009). Parallelamente anche il numero di sistemi robotici Da Vinci, tecnologia leader mondiale, è aumentato, nello stesso periodo, di circa il 75% in Usa (da 800 a 1.400) e del 50% nel resto del mondo passando da 200 a 400 (Barbash, 2010).

Il campo di applicazione della chirurgia robotica interessa varie specialità chirurgiche tra cui, l'urologia, la ginecologia, la cardiochirurgia, la chirurgia toracica, la chirurgia generale e recentemente anche la chirurgia della testa e del collo. Dai dati disponibili (fonte dati: Ministero della Salute indagine sulla chirurgia robotica in Italia anno 2012) emerge che gli ambiti assistenziali nei quali la chirurgia robotica è stata più diffusamente applicata sono Urologia, Chirurgia Generale e Ginecologia.

L'evoluzione tecnologica in ambito chirurgico implica un significativo assorbimento di risorse ed un mutamento dei setting assistenziali. Pertanto, in considerazione dei costi e dell'organizzazione, si ritiene opportuna una valutazione di impatto del suo utilizzo nel contesto del Sistema Sanitario Italiano secondo l'approccio dell'Health Technology Assessment (HTA).
La valutazione delle tecnologie (o Health Technology Assessment, HTA) è un approccio multidimensionale e multidisciplinare che mira a rendere i processi decisionali interni al SSN più informati e più consapevoli rispetto alle conseguenze potenziali ed effettive che l'introduzione e l'uso di una tecnologia comporta.


Obiettivi primari del progetto sono:

  • effettuare una valutazione di Health Technology Assessment per le principali patologie per le quali trova impiego il robot chirurgico; 
  • rodurre un documento di indirizzo per l'utilizzo appropriato della chirurgia robotica. 

Obiettivi secondari del progetto sono:

  • lo sviluppo di un modello di consenso informato che tenga conto delle evidenze di efficacia e sicurezza disponibili;
  • il disegno di un modello organizzativo che risponda ai fabbisogni e alle esigenze del SSN, anche secondo la logica hub and spoke; 
  • lo sviluppo di un sistema di registrazione delle procedure di chirurgia robotica da implementare a livello nazionale; 
  • l'analisi delle nuove opportunità di applicazione della chirurgia robotica; 
  • l'identificazione dei nuovi scenari tecnologici mediante un processo di Horizon Scanning.

Trasferibilità dei risultati

La trasferibilità dei risultati sarà garantita attraverso le seguenti modalità/percorsi comunicativi:

  • Partecipazione diretta ed attiva di strutture pubbliche nella fase di acquisizione dei dati e di condivisione dei risultati;
  • Attività di divulgazione assicurata dai siti web delle istituzioni partecipanti al programma;
  • Distribuzione del report finale appositamente edito a stampa;
  • Organizzazione di un seminario formativo.

In collaborazione con:

 

Inizio progetto
04 marzo 2013
Tema
Health Technology Assessment
Responsabile
Americo Cicchetti, Marco Marchetti