Health and Law in Europe and Italy Lab


Il settore sanitario e farmaceutico è attraversato da fenomeni e processi che si sviluppano all’interno di un quadro giuridico in continuo cambiamento e che richiedono una necessaria interazione ed integrazione tra i diversi livelli (internazionale, europeo e nazionale) di governo ed amministrazione.

Recenti e molteplici interventi normativi hanno inciso profondamente sull’organizzazione ed erogazione delle prestazioni sanitarie e sullo svolgimento della professione medica e sanitaria, mentre la regolazione giuridica costituisce tanto a livello nazionale quanto europeo ed internazionale un vincolo rilevante per le scelte di business dell’industria farmaceutica, dei dispositivi medici e del servizio farmaceutico.

Il settore sanitario e farmaceutico è sempre più interessato da riforme promosse dall'Unione Europea e dalle organizzazioni internazionali. A seguito della pandemia la Commissione europea ha adottato un piano strategico estremamente articolato, composto da vari strumenti giuridici e la costituzione di nuove agenzie, che avrà un forte impatto sia sul diritto domestico che su quello internazionale (poiché il piano strategico è destinato ad essere un tassello di un progettato schema di cooperazione più ampio).


In particolare la Presidenza Italiana del G20 e la prossima programmazione finanziaria UE 2021-2027 (con il relativo Piano Nazionale per la Ripresa e la Resilienza) rappresentano un tornante strategico per un nuovo ciclo dell’Europa. 

Il Laboratorio si pone l’obiettivo di costituire un nucleo di competenza europea ed internazionale per monitorare, discutere e diffondere i principali sviluppi internazionali, europei e nazionali sotto il profilo giuridico-istituzionale anche economico-sociale della riposta europea alla pandemia in corso e per supportare l’implementazione europea della Unione Sanitaria e Strategia Farmaci.

Obiettivo del Laboratorio è quello di far incontrare e confrontare operatori sanitari, studiosi, istituzioni pubbliche ed imprese private e di prospettare concrete proposte di policy e direzione alle diverse autorità operanti sul piano nazionale e sovranazionale, nonché di partecipare sia al dibattito pubblico sia alle scelte operative attraverso la diffusione di una “cultura progettuale europea “e la collaborazione con altre strutture simili in Italia ed in Europa. 



 

Vuoi rimanere sempre aggiornato sui nostri corsi e le iniziative per te? Lasciaci i tuoi contatti